Vai alla panoramica

Da una vita di cioccolata e patatine a un’alimentazione sana per

Sono ormai 35 anni che la Federazione di sci del Canton Uri tiene il suo campus per giovani dedicato al fondo. L’edizione di dicembre 2017 si è concentrata in modo particolare sull’alimentazione. Per sensibilizzare i ragazzi sul tema, si è pensato a una merenda sana, accompagnata da tante informazioni dettagliate su un’alimentazione equilibrata.

Ogni giorno la sveglia suona puntuale alle 07:00; subito dopo tutti a colazione prima di dare inizio agli allenamenti. Il programma del ritiro è ambizioso: qui si bruciano molti carboidrati. “Alimentarsi in maniera corretta è fondamentale. Anche l’equipaggiamento migliore per l’allenamento non porta a nulla se ci si nutre in modo sbagliato”, sottolinea Roger Gisler uno dei responsabili del ritiro.

Durante le passate edizioni, i responsabili avevano notato nei partecipanti abitudini alimentari inconsuete. “Nel tempo che separava i pasti principali, consumavano avidamente cioccolato, orsetti dolci gommosi o patatine”, racconta Gisler. Tutto questo ha spinto la direzione a fornire ai ragazzi informazioni su come nutrirsi in maniera ottimale, sviluppando in loro la consapevolezza di un’alimentazione sana. Oltre a informazioni di base per un’alimentazione equilibrata per chi fa sport, sono stati forniti anche consigli e trucchi per un corretto apporto sostitutivo di liquidi. Si tratta di competenze mirate che i ragazzi hanno potuto applicare direttamente, producendo e provando autonomamente dei drink per lo sport.

Un altro provvedimento è stato quello di ripensare la pausa merenda: “Abbiamo approntato da subito un ricco e fresco buffet, preparato con amore dal nostro staff di cucina”, riferisce Gisler. Cioccolata e compagnia bella sono state rimpiazzate da frutta fresca, noci e yogurt. Tutto questo, non solo accresce il benessere dei ragazzi, ma produce anche un effetto collaterale positivo: l’abbattimento della quantità di rifiuti in virtù dell'assenza delle confezioni di dolci e patatine.

Fonte immagini: Keystone / Roger Gisler
Share the Spirit
Condividi il filmato